Gemelle eterozigote. Visi simili, caratteri che si compensano - Vedodoppio
Gemelle eterozigote

Due gemelle e una storia di famiglia

Due gemelle eterozigote, due visi teneri e vispi, nove anni di complicità e fantasia. Insieme, un’energia che coinvolge e illumina tutta la famiglia. Come racconta la mamma Ilaria mentre comincia un racconto che la entusiasma.

 

Gemelle eterozigote

Quarantadue anni, occhi grandi e chiari, le parole che corrono veloci durante la nostra intervista doppia. Ilaria Lavora come executive assistant, assistente di direzione, ha due bimbe gemelle di nove anni, Alice e Sofia, e mette insieme professione e famiglia cercando un continuo equilibrio: “corro da quando apro gli occhi a sera e chissà se a letto non continui a farlo”.

 

Due bimbe e una bisnonna gemella

La gravidanza gemellare per Ilaria non è stata del tutto inaspettata. “La mia bisnonna ha avuto tredici figli e, tra loro, due coppie di gemelli. Anche lei, a sua volta, era gemella. Quando con il mio compagno abbiamo deciso di avere un bambino sapevamo che ne sarebbero potuti arrivare due. Ma sinché senti solo parlarne non pensi che possa mai capitare anche a te”.

 

La notizia della gravidanza gemellare quasi una conferma

Ilaria ha scoperto di essere in attesa di due gemelle il giorno della prima ecografia.  “Quando la dottoressa ce lo ha detto siamo stati felicissimi tutt’e due. Io ho guardato incantata lo schermo dell’ecografo per diversi minuti: volevo essere certa che fosse vero.  Maurizio, il mio compagno, ha detto subito ce lo aspettavamo!”.

 

Il parto alla trentasettesima settimana

“Le bimbe sono gemelle eterozigote, cresciute in due placente e due sacchi amniotici diversi. La gravidanza è stata molto serena senza nausee, fastidi e complicazioni. A pochi mesi dalla nascita abbiamo cominciato a comprare e preparare tutto ciò che occorreva per il loro arrivo: culle, passeggino e cameretta. Il papà ha voluto dipingerla tutta da solo”.

“Le bambine sono nate in piena estate con un parto cesareo alla trentasettesima settimana: Sofia pesava circa due chili e settecento grammi mentre Alice due chili e quattrocento grammi”.

 

L’allattamento sino a un anno

Ho allattato al seno Alice e Sofia  sino a quando avevano un anno, solo con qualche piccola aggiunta all’inizio. Poi le piccole hanno cominciato a mangiare con gusto e regolarità. È stato impegnativo, ma ho un bel ricordo di quel periodo. Le bambine hanno dormito quasi subito per tutta la notte quindi tra una poppata e l’altra ho potuto riposarmi anch’io”.

 

Gli aiuti in famiglia

Un fatto è certo: l’arrivo di due bimbe assieme è una piccola rivoluzione per gli equilibri della famiglia. “Sono tornata in ufficio quando le bambine avevano sette mesi, ma sino ai due anni ho lavorato fuori casa per mezza giornata grazie alla maternità e alle ferie arretrate. Nei primi mesi mi hanno aiutato tanto il papà e i nonni, ma sono molto presenti anche ora, passano tempo con le bimbe e le accompagnano alle attività nel pomeriggio”

 

Tratti simili, caratteri che si compensano

Le bimbe di Ilaria sono gemelle eterozigote (accade quando due cellule uovo vengono fecondate da due diversi spermatozoi) ma nel fisico sono molto simili. Capelli biondi, occhi verdi, tratti delicati e sottili. Hanno caratteri diversi, ma si compensano. “Alice è più intraprendente e testarda, Sofia più accondiscendente e riflessiva, riesce sempre a far ragionare la sorella. E in ogni caso prende sempre le sue difese. Litigano a volte, ma per pochi minuti poi fanno pace e tutto torna come nulla fosse”.

“Sono sorelle gemelle e anche amiche, parlano tanto, si travestono e giocano in modo complice tra loro. Condividono la passione della ginnastica artistica e la praticano a livello agonistico. Ora si allenano anche casa e, a turno, l’una fa la maestra dell’altra”.

 

All’asilo e a scuola in classi separate

Dalla scuola materna alle elementari Alice e Sofia frequentano classi separate. “Questa scelta le aiuta a essere più indipendenti e a sviluppare le proprie amicizie, ma in tutte le pause e quando escono sono di nuovo inseparabili”.

“Ogni tanto proviamo a ritagliare momenti esclusivi per ciascuna delle bimbe. Loro non lo chiedono, ma penso sia importante anche per noi genitori: ci aiuta a  conoscerle meglio. Quando sono sole sembrano altre bambine ed è più semplice gestirle: insieme hanno una forza irresistibile”.

 

Un’avventura da vivere con naturalezza

Alle mamme a ai papà che stanno per diventare genitori di gemelli Ilaria dice che vale la pena di vivere ogni momento con naturalezza. “Due bimbi assieme sono una magia e un’avventura. Ci sono giornate di grande fatica e altre esaltanti. Ma le emozioni ci ripagano di tutto e aiutano ad affrontare anche i giorni più complicati. E riuscire a mantenere la serenità è un regalo per i bambini”.

 

Rimani assieme a noi. Iscriviti alla newsletter!

La newsletter racconta storie di vita e un po’ delle mie esperienze di tutti i giorni. Ci sono anche novità, idee da condividere e, in regalo, il mio ebook Vedodoppio. Di solito, la invio una volta al mese.

No Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.