Mindfulness per mamme di gemelli

Mindfulness per le mamme di gemelli

Mindfulness per mamme di gemelli. Ovvero come riuscire a vivere  la gravidanza gemellare prima, le giornate assieme a due neonati poi,  con un atteggiamento  consapevole, accettando e gustando appieno il presente.

Sembra un quadro troppo perfetto? Forse. Però è un obiettivo che si può provare a conquistare. Dal momento che ci danno la notizia i bambini sono due, all’arrivo dei due piccoli che cambiano (e tanto) forma e sostanza del tempo, i ritmi e gli equilibri di una mamma, di una coppia, di una famiglia.

 

Mindfulness per mamme di gemelli

Quando ripenso ai primi tempi in cui avevo i gemelli tra le braccia mi tornano  in mente il sonno e la fatica. E  i ricordi nitidi e felici di quei momenti si ritagliano un posto tra occhiaie e stanchezza, emozioni incontenibili mescolate a momenti di preoccupazione a volte di solitudine.

È una condizione comune a moltissime mamme di gemelli (le storie che mi scrivete, gli sfoghi nei gruppi).  Così sono andata alla ricerca di un percorso che aiuti a vivere questa esperienza come una risorsa di felicità.  L’incontro con  Giuseppe Coppolino, istruttore mindfulnes, life coach e autore del libro A mente serena  (vi consiglio di leggerlo): mi ha dato spunti e consigli preziosi sulla pratica di mindfulness per le mamme di gemelli.

 

Accettazione gentile del presente

Intanto, cosa vuol dire mindfulness?   “È un termine anglosassone  che significa consapevolezza e attitudine a porre l’attenzione su ciò che si fa qui e ora con un atteggiamento di accettazione gentile. Quando si percepisce l’esperienza attraverso i nostri sensi, quando si è consapevoli dei pensieri e delle emozioni diventando osservatori di noi stessi, senza pensare in termini di giusto o sbagliato”.

La notizia dell’arrivo di due gemelli (di solito inaspettata) suscita emozioni e moltissime domande.  Ce la farò? Come farò a dividere negli stessi momenti della giornata cure, attenzioni, accudimento?  Il pensiero di essere pronti e adeguati accompagna molte mamme ed è raddoppiato per chi è in attesa di due bimbi.

 

L’importanza della respirazione

“È importante pensare di essere capaci di affrontare le difficoltà e l’impegno che sta per arrivare. Bisogna ricordare che ciò che si prova e si fa in gravidanza viene assorbito dai nascituri. Un esercizio efficace per gestire gli stati d’animo senza sentirsi sopraffatti è allenare  il respiro. 

Ci si può concentrare in alcuni momenti della giornata e cercare di percepirlo in quattro punti del corpo: naso, gola, petto e addome. Rivolgere l’attenzione a ciò che accade nel corpo, ascoltare l’addome,  sentire i primi movimenti dei piccoli regala soddisfazioni intense”.

 

Cercare la collaborazione degli altri

Due neonati in famiglia (a volte tre!) scandiscono una nuova cadenza del quotidiano. Ci vogliono pazienza e organizzazione per non avere stress e da qualche malumore da affaticamento.  “È importante condividere i nuovi impegni con il  proprio marito o compagno“, raccomanda Giuseppe Coppolino.  “Bisogna mettersi insomma al centro di una nuova realtà che può essere arricchita da altre relazioni come quella con i genitori o altri parenti.

In pratica, occorre pensare: sono capace di fare certe cose, ma ho anche l’esigenza di appoggiarmi agli altri.  Saper chiedere aiuto è una forma di consapevolezza. Diciamo che tutte le persone accanto alla mamma devono essere responsabilizzate, così come accade ai genitori con i figli quando crescono”.

 

Ritagliarsi uno spazio per sé

Accudire due bambini (che i gemelli siano gli unici figli o no) richiede molte energie fisiche e mentali. Ed è necessario trovare momenti (propri o di coppia) per rigenerarsi. “Il tempo per ricaricarsi è indispensabile”, dice Coppolino. “Una mamma di gemelli deve essere consapevole del fatto che una pausa dai bambini anche piccolissimi non è un distacco, ma un momento di ricarica per dare il meglio di sé.

Ci si può allenare a tenere libera una sera al mese per uscire in coppia o con un’amica: ci vuole disciplina anche in questo. La pratica di mindfulness (e vale anche per le mamme di gemelli) è un percorso verso la consapevolezza. Il risultato è prestare attenzione alla propria persona e sentire appieno la magia del momento che si sta vivendo”.

 

Un diario dei momenti della giornata

Già un momento magico. Ma come la mettiamo con le nottate insonni (la mia bimba si è svegliata per molto tempo ogni notte), i passeggini che non entrano in ascensore, la difficoltà di uscire di casa con due pupetti, i doppi e continui cambi di pannolini e le poppate raddoppiate?

Un altro esercizio molto efficace è scrivere un diario con i momenti gradevoli e sgradevoli della settimana. Questa lista apre una serie di scoperte piacevoli: anche la quotidianità può essere vissuta con meraviglia. E la fortuna della normalità – una famiglia, i figli che crescono, una persona a cui si vuole bene – viene vista con altro sguardo. In questo modo è più facile considerare la stanchezza e lo stress come una parte di questo percorso.

 

Attenzioni speciali e dedicate per ognuno

Le attenzioni dedicate sono una linfa per crescere sereni. Chi nasce in coppia, da subito, divide braccia e cure e i bambini, spesso,  non hanno momenti unici ed esclusivi da trascorrere con la mamma e il papà.

“I gemelli tra loro hanno un rapporto stretto e a volte simbiotico e spesso è la mamma a sentirsi tagliata fuori, conclude Giuseppe Coppolino. “La consapevolezza che si acquisisce con la pratica mindfulness permette di sviluppare la capacità di osservazione. Una mamma di gemelli, con l’osservazione, può individuare i desideri  dell’uno e dell’altro. La saggezza dei bambini offre molte informazioni sui loro bisogni. E  cercare anche brevi momenti di tempo libero e di gioco con ognuno è importantissimo.

Quando non c’è lo specchio dall’altra parte possono venir fuori lati sorprendenti del carattere dei bimbi. È un modo di esplorare la libertà. Per qualche momento,  senza specchio”.

Rimani insieme a noi. Iscriviti alla newsletter!

La newsletter racconta storie di vita e il meglio delle mie esperienze di tutti i giorni. Ci sono consigli e novità. Sempre, spunti e idee da condividere. Di solito, la invio una volta al mese.

Blogger, giornalista, mamma di due gemelli preadolescenti. Vedodoppio parla di loro, un po’ di me, dello sguardo sulla vita vista con quattro occhi. Uno spazio dove nascono storie che vogliono diventare esperienze da condividere.

No Comments

Post a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.