A lezione di spada laser: dove imparare a usarla come i Jedi - Vedodoppio
A lezione di spada laser. Un corso per usarla come i Jedi

A lezione di spada laser

A lezione di spada laser.  Ho trovato il corso! A scuola per imparare a maneggiare la spada dei cavalieri Jedi e dei signori dei Sith di Guerre Stellari, a volteggiarla, a destreggiarsi fra i fendenti luminosi dei nemici.

 

Sull’attività da fare dopo la scuola mio figlio, il fratello gemello, non ha avuto dubbi. “Dai iscrivimi, cerca in rete Jedi Generation e vedrai. Ho guardato i video su you tube: è bellissimo!”

Pur non essendo una seguace della saga di Guerre Stellari, l’idea mi attira. E l’entusiasmo mi contagia sempre. Sono sicura che stavolta non è tanto per provare. Perché di Star Wars e di spade laser da combattimento mio figlio è ferratissimo, quasi un culto. Da quando aveva tre anni o poco più e mio marito ha fatto vedere a lui e alla sorella gemella i film di fantascienza di George Lucas.

 

Un colpo di fulmine per tutt’e due. Conquistati. Lei innamorata della principessa Leia. Lui, subito elettrizzato, ha cominiciato a chiedere in regalo le prime spade laser giocattolo di plastica con la lama estraibile e colorata. E poi tutti gli altri giochi che ci capitava di trovare nei negozi: le penne, i modellini dei personaggi, il Millennium Falcon  e persino lo spazzolino da denti (!)

 

A lezione di spada laser per diventare Jedi e Sith

Alla collezione di spade sparsa in cucina, sui divani o sotto i letti, si è aggiunta la versione della spada laser a doppia lama di Darth Maul. Sino all’ultima richiesta per il compleanno: una vera spada laser da combattimento costruita su misura con la lama che si illumina di blu e l’impugnatura col cuoio.

Eccoci allora in una delle sedi della Jedi Generation. Il corso per diventare apprendisti Jedi (Padawan) o Sith si fa in una galassia vicina. Una palestra raccolta e accogliente, le luci soffuse. Si combatte, ma l’atmosfera è divertente e rilassata. Tappeti sul pavimento, tute comode, piedi scalzi. Bambini di diverse età e un filo che li lega: il culto per Guerre Stellari.

 

Il maestro, anzi Gran maestro  Emavox, accoglie gli allievi sorridente. “Dai cominciamo”. E scopro che qui non c’è solo una scuola di combattimento con la spada laser, ma anche un’accademia di spettacolo dove i movimenti, studiati e messi a punto dal maestro, sono pronti per diventare coreografie.

 

Inizia la lezione. Un’ora e mezza di allenamento: corsa, salti, piccole acrobazie. Prima il riscaldamento con gli esercizi per coordinare braccia, spalle, busto, gambe. Quindi acrobatica e poi arriva il momento del combattimento. Quello con le spade laser che lanciano bagliori blu, rossi, verdi, viola. Gli allievi cadono per terra, rotolano fra parate, attacchi e difese. “Tutti i movimenti che insegno ai ragazzi”, mi spiega Emavox, “fanno parte di un combattimento vero e proprio:  i colpi sono studiati nelle arti marziali e poi adattati alle coreografie che realizziamo”.

 

Si studia lo stile dei personaggi di Star Wars

Ogni personaggio della saga di Star Wars ha un suo stile di combattimento e qui si studia in dettaglio. “Il primo anno è quello di Luke Skywalker e del conte Dooku, il secondo anno si preparano i movimenti di Obi-Wan-Kenobi, il terzo è la volta di Yoda e Anakin Skywalker, il quarto anno quello dell’imperatore Palpatin, signore dei Sith”, precisa Emavox.

 

Di ognuno, pian piano,  apprendono anche la postura,  l’espressione del viso e a mantenerla durante le coreografie e gli scontri con gli avversari. Non solo spada, quindi, ma anche interpretazione. E chi studia riesce a sentirsi attore come in un film.

“Quando i ragazzi vengono per la prima volta scelgono se stare dal lato chiaro o dal lato oscuro della forza.  Se decidono di diventare cavalieri Jedi, sono  Padawan: se preferiscono invece  diventare signori dei Sith sono apprendisti”, mi spiega ancora il maestro.  “Alla fine dell’anno  c’è un esame  che permette di salire di livello fino a diventare Maestro Jedi o Lord Sith.”

 

Quando usciamo dalla palestra, oltre alla luce,  sento dentro di me una nuova energia e la conferma che le passioni sono una linfa indispensabile.  Per i bambini, ma anche per noi adulti.

Mamma ti è piaciuto, vero? Beh, sì. “Ora però devi scegliere da che lato della forza vuoi stare”.

Rimani insieme a noi. Iscriviti alla newsletter!

La newsletter racconta storie di vita e il meglio delle mie esperienze di tutti i giorni. Ci sono consigli e novità. Sempre, spunti e idee da condividere. Di solito, la invio una volta al mese.

2 Comments
  • Martina

    10 Ottobre 2017at13:53 Rispondi

    Fantastico!!! Ma se hai trovato questo, se cerco allora magari trovo un corso per sbandieratori a Milano! La mia fanciulla quest’estate ha deciso che vuole fare la sbandieratrice…

    • mammaindoppio

      10 Ottobre 2017at15:03 Rispondi

      Cara Martina, sono sicura che troverai qualcosa che piace alla tua fanciulla… Dopo un po’ di ricerche abbiamo trovato
      questo corso e il mio piccolo uomo è super felice. Un abbraccio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.