Festa di compleanno per gemelli. Consigli per organizzarla al meglio.

Un compleanno per due

La festa di compleanno per i gemelli. Una giornata di emozioni per bambine e bambini che richiede anche energia e creatività.  Perché per mamme e papà alle prese con l’organizzazione ci vuole un’attenzione doppia, un pensiero sempre doppio e mirato.

 

La festa di compleanno per i gemelli

Chi nasce in coppia conosce bene la condivisione di spazio, tempo, amore e dedizione di genitori, nonni e zii. E capita anche al compleanno, occasione per tutti i bambini, gemelli compresi, per sentirsi  protagonisti di una giornata speciale: si diventa grandi, con l’età che gira da un numero all’altro. E pure i festeggiamenti fanno la loro parte. Come regolarsi allora quando gemelle e gemelli compiono gli anni e si decide di far festa? 

 

Rispettare i bisogni di ognuno

Ne ho parlato con Elena Cortinovis, educatrice, esperta in disciplina dolce, autrice del libro La Guida definitiva sulla disciplina dolce  “Prima ancora della pianificazione della festa di compleanno per i gemelli è importante chiedersi di cosa hanno bisogno le nostre figlie e i nostri figli. L’ aspetto più importante è rispettare l’unicità e gli interessi di ogni bambino, ascoltare e osservare quali messaggi e quali desideri esprimono entrambi. Se amano stare in casa oppure fare festa fuori, in ludoteca, in giardino, in un parco divertimenti. Se hanno piacere a ritrovarsi tante persone intorno o magari preferiscono festeggiare con i nonni, i cugini e pochi amici”. 

 

Tanti o pochi amici: ascoltare il cuore

Già perché la preparazione della festa di compleanno per i gemelli passa anche dai piccoli invitati. Tutti i compagni di classe? Le amiche e gli amici del cuore? Vicini di casa e cugini?  Confesso che per festeggiare i sei anni dei miei figli avevo invitato tutti i compagni delle loro due classi (!):  un avvenimento di cui ricordo ancora la confusione e la stanchezza. 

La decisione dipende dalle abitudini della famiglia, dagli spazi a disposizione, dal periodo in cui cade il compleanno: in estate è più facile organizzare all’aperto e avere più ospiti“, osserva Elena Cortinovis che è mamma di due gemelle di quattro anni. “Prima di mettersi all’opera si può fare qualche domanda ai bambini e tenere conto delle inclinazioni e del temperamento.  Se i due festeggiati desiderano condividere quel giorno solo con alcuni compagni di classe, accontentiamoli. Per la distribuzione degli inviti  basta muoversi con delicatezza e non scontentare nessuno. Uno scambio di messaggi di invito su Whatsapp fra genitori di solito funziona”. 

 

Il tema, i giochi e gli animatori

Fare una festa di compleanno per i bambini il più delle volte vuol dire anche individuare un tema che faccia da sfondo, filo conduttore, ispiri i giochi e le decorazioni: che siano un classico Disney,  i supereroi, Super pigiamini o gli incantesimi di Harry Potter. “Quando i bambini sono molto piccoli la scelta si può indirizzare chiedendo loro qual è il colore preferito e poi usarlo in festoni e palloncini. Dai quattro o cinque anni si può lasciare ai due festeggiati la decisione del tema e realizzare poi addobbi differenti, allenando la fantasia. Se si coinvolgono gli animatori di feste per bambini nei giochi sapranno intrattenere i secondo le passioni di ognuno. Anche in casa si possono creare due piccoli angoli con i giochi e il tema prediletto di ognuno. I piccoli ospiti riescono benissimo ad alternarsi fra l’uno e l’altro”.  

 

Due torte, a ognuno le sue candeline

E la torta? Se la festa è per i gemelli, meglio preparare due torte.  “Li aiuta a sentirsi unici e coccolati anche se la festa è per entrambi.  Un dolce per ciascuno vuol dire un pensiero dedicato: ognuno deve spegnere le sue candeline  anche se soffiano nello stesso momento. Le torte si riescono a personalizzare in mille modi, creando una copertura diversa, facendo preparare un grande pane da farcire con l’iniziale del nome di ognuno.  L’immancabile canzone tanti auguri a te può essere ripetuta due volte o arricchita con due strofe e il nome di ogni bimba o bimbo”. Che di sicuro mostreranno sguardi compiaciuti, grati e felici. 

 

I regali e i pensieri dedicati

“Anche per i regali ai gemelli vale il rispetto dell’unicità. “Basta informarsi prima e sapere cosa c’è in cima ai loro desideri. Vanno benissimo piccoli pensieri purché siano mirati“, prosegue Elena Cortinovis. “Meglio evitare di portare un solo regalo per due o due regali identici. Se proprio si sceglie lo stesso oggetto che sia almeno di un colore diverso. Quando si è invitati solo da uno dei gemelli  sarebbe bello portare un piccolo dono anche all’altra o all’altro  festeggiato, ma dipende dalle circostanze.

“L’apertura dei regali? Invece che scartare i pacchi di fronte a tutti i bambini senza sapere bene da parte di chi arrivano, si può fare in modo che ogni festeggiato apra il dono alla fine della festa al momento dei saluti di ogni piccolo ospite. È una scelta delicata, evita imbarazzi da entrambe le parti e i ringraziamenti sono più spontanei e sinceri”. 

 

C’è sempre l’onomastico

E poi c’è l’onomastico. Un’occasione alternativa per regalare un momento esclusivo, far sentire bimbe e bimbi gli unici festeggiati per un giorno. Che il nome delle gemelle e dei gemelli sia o no nel calendario dei santi non importa. Si può decidere insieme una giornata dell’anno da dedicare al proprio nome. Conclude Elena Cortinovis “con un po’ di fantasia, anche senza imbandire una tavola e riempire la casa di ghirlande l’onomastico si può celebrare regalando tempo esclusivo a ognuno dei due gemelli: una gita in campagna, un film da vedere al cinema, un pomeriggio a preparare il ciambellone preferito”. E l’emozione dello scambio è garantita.

 

Rimani insieme a noi. Iscriviti alla newsletter!

La newsletter racconta storie di vita e un po’ delle mie esperienze di tutti i giorni. Ci sono spunti, idee da condividere e, in regalo, il mio ebook Vedodoppio. Di solito, la invio una volta al mese.

Tags:
No Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.