Benefici della danza per i bambini: passione da incoraggiare - Vedodoppio
Benefici della danza per i bambini

Io ballo da solo

Una, due, tre note. Lui si muove sciolto e sicuro al ritmo della musica. La sua musica, l’adorato Michael Jackson. Già, penso che i benefici della danza per i bambini e anche per te, piccolo uomo, sono tanti. Il corpo si scioglie, si lasciano andare le timidezze. Anzi, a dire il vero, penso che tutti dovrebbero ballare. Adoro la libertà del corpo che si muove con la musica, la sensazione che, sulla pista o ovunque ti trovi a seguire il tempo del ritmo, si annullano le differenze e le diffidenze fra le persone.

 

E a te, bambino, che senza aver mai imparato padroneggi con perizia i movimenti dico: “Tesoro, ti piacerebbe iscriverti in una scuola di danza, magari a un corso di hip hop ? “Uhm, si, anzi no. Non ci sono miei amici e poi non voglio essere l’unico maschio, di solito è quasi sempre così”. È vero, spesso è così. Ma io vedo nei tuoi passi sicuri, nelle tue piroette spensierate, nei tuoi travestimenti improvvisati e creativi quando metti all’improvviso a casa un cd a tutto volume, una scintilla. Provo? Insisto? Lascio che invece la tua ritrosia, la volubilità dei tuoi entusiasmi e i tuoi umori imprevedibili prendano il sopravvento?

I benefici della danza per i bambini: lei sceglie la classica

La sorella, invece, ha altre idee. Danza classica. Fa niente se ci vogliono tanta disciplina e impegno. Se non riesce a partecipare a tutte le lezioni come quella del sabato mattina presto perché ha sonno o deve ripassare per la verifica di inglese e di geometria.

Sì, mi piace tantissimo, ripete sicura, voglio continuare con la danza classica. Anzi, di più. “Mi regali le scarpe con la punta di gesso?. “Ci vuole esperienza per calzarle, potresti farti anche male ”, le ricordo. “Intanto le compriamo così comincio a prendere confidenza. Sarà il regalo che mi hai promesso per aver aiutato la nonna nei mesi scorsi”. “Ma come, un regalo che non userai? Perché, magari, quando potrai portarle, le scarpette, non ti staranno più?” “Non importa. Le guardo, le tengo, le conservo”. Va bene, piccola donna. Andiamo a sceglierle.

 

Nel negozio dove c’è tutto per le ballerine, un tripudio di rosa e indumenti soffici, ci guardiamo intorno contente e smarrite. Tante danzatrici prima di noi provano e riprovano, scarpe con punte di gesso e supporti di silicone per ammorbidire la calzata. Piedi allenati, abituati alla magia ma anche alla fatica di salire sulle punte. E ora tocca a noi. Eccoci : questa non va bene. Questa sì, rosa, liscia e setosa. È perfetta. Domani, chissà, ci sarà dentro il tuo piedino.

Rimani insieme a noi. Iscriviti alla newsletter!

La newsletter racconta storie di vita e il meglio delle mie esperienze di tutti i giorni. Ci sono consigli e novità. Sempre, spunti e idee da condividere. Di solito, la invio una volta al mese.

Tags:
No Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.