Ridi Romeo libro Otto Gabos. Per ragazzi.

Ridi, Romeo! Storia del bambino che non sorride

Ridi, Romeo! è un libro per ragazzi di Otto Gabos: oltre duecento pagine dense di  creatività e sensibilità. Un bimbo solitario e musone, la sua fuga dalla realtà attraverso la fantasia, un gruppo di amici immaginari, una mamma e un papà che tentano in tutti i modi di portargli allegria.

 

Ridi, Romeo! il libro di Otto Gabos per ragazzi

Ridi, Romeo!,  edizioni Einaudi Ragazzi, è da poco in libreria. Scritto e illustrato da Otto Gabos, artista e narratore che crea fumetti d’autore, docente all’Accademia di Belle arti,  penna sapiente e ironica: sue molte graphic novel di successo. 

Protagonista della storia è Romeo, un bambino come tanti che però non ride mai. Emotivo e attento ha un’immaginazione instancabile e annota i pensieri e stati d’animo in un quadernetto.

Ridi, Romeo - Otto Gabos

Una fantasia straordinaria

Romeo è un bimbo come tanti: va a scuola, anche se a volte spera di prendere l’ influenza per rimanere nella sua cameretta, legge giornalini dei supereroi, ama le tavole sinottiche degli animali che prendono vita, sogna. Da grande vorrebbe diventare un agente segreto o anche una spia.

Ma, soprattutto, ha una fantasia straordinaria e costruisce intorno a sé un mondo parallelo dove si trova a suo agio. È nascosto tra i suoi capelli ricci folti e scompigliati dove vivono i suoi amici: animali immaginari, ufo rattoppati, creature della sua mitologia. Nella  sua chioma c’è tutto, nessuno può toccarla e tantomeno tagliarla. Un mondo che lo rende sereno, a cui nessuno può accedere. E appena riesce è quello il  rifugio dove si sente meglio e protetto.

 

I genitori apprensivi

I genitori di Romeo sono molto apprensivi, gli fanno indossare sempre canottiera e maglia di lana e si preoccupano perché il figlio è un inappetente cronico: mangia con piacere solo quando va a trovare la sua madrina Clio che gli prepara lasagne e altri piatti molto gustosi .

La mamma e il papà si preoccupano, si domandano come mai il figlio non rida mai e si inventano di tutto per strappargli una risata: gli fanno guardare i film di Stanlio e Ollio e ingaggiano comici improbabili come Gillo e Pippo eppure Romeo rimane impassibile: ogni tentativo finisce sempre in un disastro. Confusi e sconfortati un giorno decidono di farlo vedere ‘da uno bravo’.

 

Lo psicoterapeuta bizzarro

Lo psicoterapeuta, il dottor Crumoni, è un personaggio stravagante, indossa un lungo caftano e come antistress tiene in mano un pupazzetto, Pedro,che schiaccia e strapazza davanti agli occhi curiosi di Romeo. si addormenta durante le sedute, ma ha un racconto pazzesco che  riguarda la sua vita.

 

La Biondina con gli Occhiali

Proprio nella sala di attesa dello psicoterapeuta,  Romeo incontra una nuova amica, una bimba  con cui scopre di  tante cose avere molte passioni in comune, prima fra tutte certe letture,  tanto che l’attesa per le sedute diventa il suo pensiero fisso.

Con lei nasce un’amicizia che porterà un cambiamento nella vita di Romeo. Scappano insieme per andare a visitare il museo zoologico della città in cui vivono e lui si troverà a doverla fare ridere perché si riprenda da un malore.

 

Il potere salvifico dell’amicizia

Ridi, Romeo! il libro di Otto Gabos è una storia di fantasia, ricca di di spunti di riflessione. Un po’ racconto e un po’ fumetto, qualche traccia autobiografica, è divertente e profonda. Ci sono l’amicizia, il rapporto con i genitori, la difficoltà di dialogare con loro, la timidezza, i sogni dei bambini che guardano verso il futuro, le paure, certi rifiuti a volte inspiegabili per gli adulti. 

In alcuni passaggi può capitare  di riconoscere la vita di tanti di noi. Il papà che non capisce proprio gli anime, i cartoni animati giapponesi, i genitori iperprotettivi che vedono il mondo pericoloso e pieno di insidie. E le bellissime pagine di disegni e illustrazioni dell’autore ci fanno conoscere e vivere più da vicino luoghi e personaggi. 

 

Rimani insieme a noi. Iscriviti alla newsletter!

La newsletter racconta storie di vita e un po’ delle mie esperienze di tutti i giorni. Ci sono spunti, idee da condividere e, in regalo, il mio ebook Vedodoppio. Di solito, la invio una volta al mese.

Tags:
No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.