I diversi tipi di gravidanza gemellare

I gemelli? Non sono tutti uguali

Quanti tipi di gravidanza gemellare ci sono? A questa domanda ora  rispondo senza esitare. Ma se me lo avessero chiesto qualche anno fa, prima che arrivassero i miei gemelli, non so se avrei saputo bene cosa dire o muovermi con sicurezza tra placente, zigoti e sacchi amniotici.

 

I tipi di gravidanza gemellare

Perché ogni gravidanza multipla ha la sua storia. Se una mamma porta in grembo due (o anche più) bambini, l’inizio e il percorso per portare a termine l’attesa possono essere molto diversi.

Perciò stavolta, in questo blog che parla di gemelli sia miei che di altri, torno al principio per vedere più da vicino i diversi tipi di gravidanze gemellari e i termini che sentiamo più spesso. Non un articolo scientifico, solo uno specchio dove dove tante mamme, papà e altri ancora possono ritrovare un pezzo della loro vita.

 

Placenta e sacco amniotico

Nelle gravidanze gemellari ci sono due (o a volte più) bambini che si sviluppano nel grembo della mamma. I piccoli possono crescere in una oppure due placente, stare nello stesso sacco oppure in due sacchi separati, essere uguali, monozigoti, o diversi quindi eterozigoti.

I fattori importanti in una gravidanza gemellare sono:  il numero delle placente (corionicità), il numero di sacchi amniotici (amnioticità) e il fatto che i nascituri siano identici oppure diversi fra loro (zigosità).

La placenta è un organo che si forma durante la gravidanza e unisce la mamma al bambino. Dalla placenta parte il cordone ombelicale  da cui passano tutte le sostanze nutritive indispensabili per la crescita del feto.

Il sacco amniotico, sottile e trasparente, è una membrana molto resistente che circonda e protegge il bimbo per tutto il tempo che rimane nella pancia della mamma.

 

I gemelli identici o monozigoti

Essere gemelli vuol dire crescere e nascere dalla stessa gravidanza, ma i bambini possono essere uguali nei tratti del viso e del corpo oppure differenti nell’aspetto fisico e anche di sesso diverso.

Se una cellula uovo viene fecondata da uno spermtozoo e dopo, per cause non conosciute, avviene la divisione dello zigote, i gemelli sono detti monozigoti: in questo caso sono spiccicati l’uno all’altro e hanno lo stesso patrimonio genetico. La divisione dello zigote è un evento casuale e non è legata alla familiarità.

 

I gemelli eterozigoti

Quando due cellule uovo  vengono fecondate da due diversi spermatozoi il risultato sono due gemelli eterozigoti.

Questi gemelli si somigliano come fossero normali fratelli e non hanno lo stesso patrimonio genetico. Possono essere due femmine, due maschi oppure un bimbo e una bimba come è capitato a me.

 

Gravidanza bicoriale biamniotica

Quando ci sono due feti possono formarsi una  o due placente. Nella gravidanza bicoriale biamniotica,  ci sono due placente separate e due sacchi amniotici . I bimbi possono essere due maschi, due femmine oppure un maschio e una femmina.

È il caso più frequente, circa un caso su ottanta delle gravidanze gemellari, anche se il numero è in aumento per il ricorso alle tecniche di fecondazione assistita.

 

Gravidanza monocoriale biamniotica

Questa tipo di gravidanza è molto più raro: circa un caso su quattrocento.  I due feti sono identici dal punto di vista genetico e condividono la stessa placenta, ma si trovano in sacchi amniotici separati.

I rischi di questo tipo di gravidanza sono superiori alle altre. Fra questi c’è  la sindrome di trasfusione feto fetale TTTS (twin to twin trasfusion syndrome).

Di solito, placenta e bambini si trovano in una situazione di equilibrio. In alcuni casi il rapporto tra l’unica placenta e i bambini si sbilancia e determina un passaggio non corretto del sangue da un gemello chiamato donatore all’altro chiamato ricevente. Una condizione che può mettere a rischio la vita dei bambini. Il donatore può non crescere e il ricevente avere problemi per l’eccessivo apporto di sangue.

 

Gravidanza monocoriale monoamniotica

La gravidanza con una placenta (monocoriale) e con un solo sacco amniotico (monoamniotica) è una eventualità molto rara.  Non è possibile prevederla e presenta un rischio molto alto perché i cordoni ombelicali possono attorcigliarsi.  In questi casi ci sono più controlli e un monitoraggio molto intenso e frequente.

 

Gravidanza trigemina

Le gravidanze trigemine, quindi con tre feti, sono più rare e solo il venti per cento circa avviene per cause naturali. Le altre volte sono il risultato della procreazione assistita. Fra i tanti rischi che si corrono c’è quello che i bimbi nascano prematuri.

 

I corsi di preparazione

Per le tante domande, i dubbi, e il desiderio di condividere questa esperienza di maternità ci sono anche i corsi di preparazione per chi è in attesa dei gemelli. Incontri dove i futuri mamma e papà hanno informazioni pratiche, teoriche e cliniche e dove possono condividere con professioniste esperte e con altri genitori, dubbi, ansie e curiosità.

Rimani assieme a noi. Iscriviti alla newsletter!

La newsletter racconta storie di vita e il meglio delle mie esperienze di tutti i giorni. Ci sono consigli e novità. Sempre, spunti e idee da condividere. Di solito, la invio una volta al mese.

No Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.